Camera Obscura, Edimburgo riflessa

di
Nell'Outlook Tower di Edimburgo © Andrea Lessona

Nell'Outlook Tower di Edimburgo © Andrea Lessona

Un buio denso di parole bisbigliate, di risolini nervosi, di attesa che non finisce avvolge la sala della Camera Obscura di Edimburgo. Seduto in cerchio insieme ad altre persone cerco di intuire cosa succederà.

Poi, improvvisa, una voce in Scottish English attraversa l’oscurità: dà il benvenuto agli ospiti, si rallegra per la nostra venuta in quella che è considerata la più vecchia attrattiva della capitale della Scozia.

Era il 1853 quando la Outlook Tower, l’edificio seicentesco vicino al castello e all’inizio del Royal Milev venne dotato della Camera Obscura di Edimburgo. Una “magia” per l’epoca che ancora oggi permette di vedere la città da una prospettiva particolare.

Il singolare marchingegno dell’Ottocento funziona tramite un sistema di lenti e specchi e proietta l’immagine della capitale scozzese su un grosso schema orizzontale. Una volta entrati nella Camera Obscura tutto deve essere buio per poter dar vita al “gioco” riflesso.

Mentre le immagini di fuori scorrono nel buio della sala della Camera Obcura di Edimburgo, la voce identifica le zone della città e ne racconta una breve storia e qualche aneddoto.

Fuori, i passanti camminano come in un vecchio film. E se non fosse per i loro vestiti moderni sembrerebbe davvero di essere in un altro tempo. Per avere un nuovo spazio, invece, basta uscire sul balcone dell’Outlook Tower.

Da qui lo sguardo spazia nell’orizzonte di Edimburgo, sbatte contro il castello alla destra, scivola sul Royal Mile alla sinistra e cammina sino a dove la luce intensa di fuori lo consente. Dopo essere stati nella sala della Camera Obcura di Edimburgo gli occhi faticano ad abituarsi al sole.

Così, anche per lasciare spazio alle altre persone, rientro per vedere con più calma quello che avevo tralasciato prima: la Outlook Tower è ricca di sorprese e marchingegni curiosissimi.

Al suo interno, ci sono dipinti topografici dal 1780 al 1860, diverse olografie mostre di fotografie con lo stenoscopio, e immagini della capitale scozzese del periodo vittoriano. Un mondo antico che torna vivo grazie a questa raccolta e al “gioco” riflesso della Camera Obscura di Edimburgo.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Camera Obscura, Edimburgo riflessa"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...